Sostenibilita’ green dei prodotti e dei processi tessili – MODA GREEN

 

Operazione Rif P.A.  2016-5497/RER  Approvata con DGR 1450/2016 del 12/09/2016

co-finanziata dal Fondo sociale europeo PO 2014/2020 Regione Emilia-Romagna

Destinatari: imprenditori e figure chiave di imprese aventi sede legale o unità locale in regione Emilia-Romagna.

 

CORSO n. 2_ DETOX: SALUTE E AMBIENTE NEL SETTORE MODA 15 ore _ docente Emilio Bonfiglioli
Reach -  Detox
-    Che cosa è il reach e che cosa è il progetto Detox di Greenpeace
-    L’industria tessile ad impatto ambientale tendente a zero
-    Le richieste di Greenpeace nel settore moda
-    Come operare per ridurre l‘inquinamento prodotto dalla nostra azienda
-    Come comportarsi per tracciare i cicli e i prodotti e garantirsi una certa tranquillità.
-    Le cose utili per ridurre i consumi energetici e ridurre in generale gli scarti durante le lavorazioni.
-    I prodotti tessili realizzati : tracciabilità dei materiali e garanzia del prodotto
-    Quali sostanze non devono essere presenti sui prodotti tessili in quanto causa di forti danni ambientali per la loro presenza e per la loro produzione.
-    I possibili scenari futuri.
-    Il confronto con il regolamento Reach per limiti e divieti.
-    Spiegazione sul funzionamento del regolamento Reach.
-    Distinzione tra sostanze vietate e sostanze con limiti di accettabilità.
-    Gli obblighi relativi alle registrazioni e tracciabilità in azienda.

CORSO n.3 _ DI CHE CHIMICA VESTIAMO 15 ore _ docente Emilio Bonfiglioli
I Prodotti CHIMICI nella moda
-    La tracciabilità dei materiali
-    I passaggi del ciclo tessile e l’intervento della chimica nei vari step.
-    I controlli da eseguirsi nei vari step : controlli sulle materie prime, controlli sulle tinture, controlli sui capi finiti.
-    Le sostanze, le analisi e i limiti di accettabilità dei vari materiali.
-    Dove si possono trovare le varie sostanze chimiche classificate come nocive, tossiche o cancerogene.
-    I capitolati proposti dai principali gruppi d’acquisto e marchi del settore abbigliamento
-    I limiti delle analisi e i possibili scenari futuri.
-    I problemi relativi alla presenza delle sostanze nocive sui prodotti tessili.
-    Quali responsabilità per produttori e acquirenti sui prodotti non conformi per la presenza di sostanze nocive.


CORSO  n. 1_ MODA SOSTENIBILE 20 ore _ docente Fabio Guenza
La moda sostenibile in tutte le possibili declinazioni, dal coinvolgimento degli stakeholder alla progettazione dei prodotti, processi e filiere responsabili fino al Marketing & Comunicazione sostenibile di prodotto, di marchio e corporate.

Obiettivi: Cogliere le opportunità e prevenire i rischi posti dalle sfide della sostenibilità. Acquisire gli strumenti per:
-    Migliorare la sicurezza della supply chain valorizzarla di fronte ai clienti e ai consumatori
-    Analizzare il posizionamento dei concorrenti in chiave di sostenibilità
-    Indirizzare Ricerca&Sviluppo e Marketing per offrire una value proposition competitiva e sostenibile
-    Riconoscere le attese degli stakeholder e dei loro rappresentanti (ONG, campagne…) e il loro impatto sul proprio mercato
-    Alimentare dialogo, consenso e reputazione nell’era della globalizzazione e dei social media
-    Valorizzare i contenuti: approcci, strumenti, media, linguaggi
-    Selezionare le certificazioni e i commitment. Dalla compliance all’integrazione.
-    Distinguere tra moda etica e moda sostenibile
-    Comunicare e rendicontare in modo sostenibile, evitando il greenwashing

Contenuti:
-    Fondamentali di etica degli affari e del marketing: la timeline della moda sostenibile (i principali eventi, crisi, innovazioni…); lo scopo, il profitto, la cooperazione, la concorrenza;  le attività pre-competitive e le relative iniziative (BCI, ZDHC…); la creatività; il concetto di triple bottom line; la gestione per gli stakeholder e la CSR; marketing affettivo e sensoriale; la moda come ibrido tra bene convenzionale e bene relazionale; moda etica e moda sostenibile
-    I soggetti: le parti interessate nel settore della moda; dai consumatori ai fornitori, investitori e ONG, conflitti e interessi comuni; l’allineamento degli interessi; la comunicazione a due vie; il consenso;  le iniziative multi-stakeholder; Detox e le campagne di Greenpeace, Peta, WWF, CCC, Fur Free Alliance…; media specializzati e media influenti
-    I processi: misurazione, analisi e gestione dell'impatto etico, ambientale e sociale della filiera della moda; globalizzazione, delocalizzazione, comunità locali; le emissioni e le risorse; i rifiuti; Life cycle e Extended Producer Responsibility; compliance e approvvigionamento sostenibile
-    Etichettare la sostenibilità: impegni e regole: gli standard per la produzione, l'approvvigionamento, la comunicazione e il marketing sostenibile, etichette e certificazioni, impegni volontari, standard etici e responsabili; le chain of custody
-    Le pratiche di business: attività e documenti di reporting e rendicontazione: codici, statement, indicatori, framework, bilanci; il coinvolgimento della rete distributiva e del personale vendite; comunicazione tradizionale, social e eventi; strumenti della comunicazione sostenibile.


SONO PREVISTE AZIONI DI ACCOMPAGNAMENTO E CONSULENZA INDIVIDUALE ALLE IMPRESE.

 

Ultima modifica il Giovedì, 11 Maggio 2017 13:35

ForModena sede Carpi è parte del network

carpifashionsystem

Iscriviti alla NEWSLETTER